Generic selectors
Corrispondenza esatta
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca nei post
Cerca nelle pagine
testimonial
Filtra per categoria
Cani & gatti
Marketing & Comunicazione
Mercato
Negozio del mese
Notizie
Personaggio
Pesci & co
Piccoli mammiferi
Rettili & anfibi
Uccelli
Tag

mondo pet

Browsing

Nel libro Keep calm…sto gatto, si evidenzia che tra gli esseri umani e i gatti esiste un legame da secoli. È un rapporto, infatti,  che resiste alla prova del tempo, dagli antichi egizi che li veneravano al punto da radersi le sopracciglia in segno di rispetto quando il loro gatto moriva, ai gatti della Malesia che si ritiene abbiano l’immensa responsabilità di accompagnare le anime dei defunti in Paradiso.

conseguenza, molti processi importanti per la vita. Ciò nonostante alcuni appassionati quando ne sentono parlare strabuzzano letteralmente gli occhi, come a scuola di fronte alle più complesse spiegazioni di chimica. Sappiate comunque che anche la scienza ha avuto non poche difficoltà a spiegare quella che è una delle proprietà fondamentali dell’acqua. O meglio: si sa bene e da tempo come misurare l’acidità di una soluzione acquosa, che cosa comporti e persino come correggerla, ma che cosa la determini è rimasto a lungo un mistero. Una convincente spiegazione è arrivata soltanto all’inizio di questo millennio da un gruppo di scienziati delle Università della California e di Rochester che, con una dettagliata simulazione ottenuta grazie a un supercalcolatore, hanno chiarito come, per una particolare scissione molecolare (praticamente impossibile da osservare in natura), capiti che alcune molecole perdano un protone. Il numero dei protoni liberi determina appunto l’acidità dell’acqua e il suo comportamento quando viene a contatto con altre sostanze.

Il degu del Cile (Octodon degus) è un piccolo roditore diurno che l’origine geografica colloca sulla catena montuosa delle Ande cilene, un areale ricco di boschi dove questo mammifero vive ad altitudini al di sopra dei 500 metri s.l.m. In natura il degu scava gallerie sotterranee caratterizzate dalla presenza di numerose “stanze” con diverse funzioni, dal magazzino alla toilette fino alla nursery, ma anche molteplici vie d’uscita (o di fuga): insomma, un roditore che tiene molto ad avere una tana “in ordine”, che utilizza per proteggere sé stesso non solo dai predatori, ma anche dal caldo o freddo eccessivi.  Ottimo arrampicatore, grazie alle forti dita provviste di unghie, il degu vive in colonie che possono arrivare a contare anche diverse decine di soggetti, i quali partecipano alla costruzione della tana, alla ricerca del cibo e alla cura dei piccoli. La lunghezza del corpo può raggiungere i 19-20 cm a cui vanno aggiunti i circa 12 cm della coda. Il peso del maschio, più grande della femmina, si aggira intorno ai 300 g. La dentatura è a crescita continua, per consentire un consumo regolare dei denti a seguito di una dieta ricca di materie prime “dure”. I lunghi incisivi, tipici dei roditori, sono fisiologicamente di colore arancione. La distinzione del sesso non è sempre semplice se non si ha un po’ di esperienza: il maschio è in genere più grosso della femmina e il sessaggio può essere effettuato sull’osservazione della distanza ano-genitale, che nella femmina è leggermente minore, o più semplicemente esteriorizzando il pene o le labbra vulvari.

Dopo il grande successo delle prime due edizioni, l’associazione Rock Out X Project annuncia la terza edizione del Rock Camp.

Il festival si terrà sempre nella fantastica location di Trebiciano (TS), immersa nel fresco e nel verde del Carso Triestino, con inizio previsto nel primo pomeriggio di venerdì 13 luglio, per proseguire nelle giornate (e serate) di sabato 14, domenica 15 e lunedì 16 luglio fino alle ore 23.00/23.30.