Generic selectors
Corrispondenza esatta
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca nei post
Cerca nelle pagine
testimonial
Filtra per categoria
Cani & gatti
Marketing & Comunicazione
Mercato
Negozio del mese
Notizie
Personaggio
Pesci & co
Piccoli mammiferi
Rettili & anfibi
Uccelli

 

I pappagalli domestici possono essere venduti già svezzati o ancora da svezzare. Spesso si sente dire o si legge, specie sul web, che sia sbagliato acquistare pappagalli ancora da svezzare e che chi li vende in queste condizioni pecchi di irresponsabilità. In realtà, per il pappagallo non cambia assolutamente nulla se a fornirgli l’alimento è l’allevatore o il nuovo proprietario, a patto che quest’ultimo sia ben informato e lo sappia fare nel modo corretto. E questo è il punto: bisogna assolutamente che chi acquista volatili ancora da svezzare sappia bene cosa fare, sia ben informato o si appoggi a esperti. Farlo con superficialità e approssimazione – anche se non intenzionalmente – può portare a conseguenze disastrose e addirittura alla morte del soggetto, prima che il proprietario possa rendersene conto.

Lo svezzamento va infatti eseguito con dedizione, precisione e corrette conoscenze. Se si è inesperti, è necessario assolutamente farsi seguire da chi è esperto e competente, che potrà consigliare le strategie migliori. Il tentativo di svezzare a mano il volatile da “autodidatta” può esporre facilmente il povero pappagallo a sofferenze e patologie. Il nuovo proprietario potrebbe infatti non accorgersi che le imbeccate sono insufficienti e il volatile potrebbe deperire in modo inapparente agli occhi inesperti del suo nuovo amico. In breve si può arrivare al decesso o a condizioni critiche che richiedono interventi terapeutici immediati.

 

 

I pappagalli sono intelligenti e comprendono le nostre emozioni

Una volta terminato lo svezzamento, o se si è acquistato un soggetto già svezzato, comincia una nuova fase che può rivelarsi sicuramente molto piacevole, ma che comporta anch’essa le debite conoscenze, per evitare di rovinare il rapporto con l’animale o di indurre spiacevoli vizi. Bisogna sapere che i pappagalli sono animali molto intelligenti e tendono ad affezionarsi molto al proprietario. Gli studi sul loro comportamento hanno messo in luce, per esempio, che possiedono il concetto dello “zero”, cioè sono in grado di rilevare la mancanza di un oggetto, possedendone un’immagine mnemonica. Rilevare e comunicare la mancanza di un oggetto presuppone che essi, senza vederlo, possano possederne un’immagine, il che significa avere capacità di concepire concetti astratti, seppur semplici. Altra caratteristica dei pappagalli, che varia comunque da specie a specie e da soggetto a soggetto, è la particolare sensibilità e la capacità di capire, e in un certo senso emulare, le emozioni della persona a cui sono affezionati. Perciò è assolutamente negativo per il pappagallo se il suo amato padrone è nervoso, ansioso, stressato o peggio aggressivo. Alcune specie, dotate di particolare sensibilità, risentono maggiormente dell’umore dei proprietari. Tra queste possiamo citare il pappagallo cenerino (Psittacus erithacus), i cacatua e l’ara ararauna (Ara ararauna). Gli inseparabili, pur essendo molto svegli e intelligenti, risentono meno di questi problemi perché hanno generalmente un carattere più forte che sopporta meglio lo stress. Sono quasi delle rocce. Le calopsitte invece sono un po’ meno intelligenti degli inseparabili e dei pappagalli di media e grossa taglia, ma si rivelano comunque animaletti adorabili perché buoni e molto docili. Date queste loro caratteristiche, hanno spesso meno problemi anche davanti a situazioni non ideali. I pappagallini ondulati (Melopsittacus undulatus) sono molto intelligenti anche se non tanto quanto gli inseparabili.

 

 

Problemi involontariamente dovuti al proprietario

L’errato comportamento del padrone può indurre problemi nel pappagallo, come il vizio di beccare, di urlare, di strapparsi le penne, aggressività eccessiva, paura ecc. Le emozioni e lo stress del padrone, come già detto, si ripercuotono sul pappagallo. In questo modo persone agitate, preoccupate e ansiose tendono con il loro comportamento a riversare i propri problemi sull’animale che potrebbe iniziare a manifestare qualche tipo di vizio. Certamente non tutti i problemi comportamentali dei pappagalli sono dovuti a errori, anche se involontari, dei proprietari. Talvolta il pappagallo manifesta un comportamento sbagliato solo in presenza o in convivenza con una certa persona che involontariamente l’ha provocato. I problemi comportamentali non sono facili da risolvere: bisogna rivolgersi a un esperto per ottenere i giusti consigli. Questo aiuterà anche a capire l’origine dei problemi ed eventualmente a migliorare e a controllare le emozioni del proprietario. (Autore: A. Tonelli)

 

Inserisci un commento