Generic selectors
Corrispondenza esatta
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca nei post
Cerca nelle pagine
testimonial
Filtra per categoria
Cani & gatti
Marketing & Comunicazione
Mercato
Negozio del mese
Notizie
Personaggio
Pesci & co
Piccoli mammiferi
Rettili & anfibi
Uccelli

Oltre a rappresentare un bel fastidio, le punture di pulci, zecche, zanzare e altri parassiti sono dannose e possono veicolare germi responsabili di varie malattie. Per questo è così importante prevenire le infestazioni ed evitare le punture dei parassiti. Bayer si è impegnata in una campagna informativa ed educazionale rivolta ai proprietari di cani, ai veterinari e ai pet shop con l’obiettivo di far conoscere le malattie causate dai parassiti, e i metodi per proteggere gli animali.

Non tutti sono uguali

Secondo quanto emerge da recenti indagini, i proprietari temono le punture di insetti, acari e altri organismi
e si aspettano che gli antiparassitari proteggano dalle punture, ma spesso non è così. La campagna educativa
mira a migliorare l’informazione e a rendere consapevoli che non tutti gli antiparassitari proteggono dalle punture, ma solo quelli a effetto “repellente”.
 Con alcuni prodotti, infatti, i parassiti esterni muoiono, ma solo dopo che il cane è stato punto e magari contagiato. Solo i prodotti dotati di effetto repellente agiscono prima che la maggior parte dei parassiti abbia il tempo di pungere.

Prevenire nel modo corretto

Ma quali sono i parassiti esterni più diffusi in Italia? Che danni possono causare? La campagna educazionale di Bayer risponde a queste domande. Pulci, zecche, zanzare e pappataci sono parassiti comuni e pericolosi che con le loro punture possono creare prurito, allergie, e malattie che indeboliscono il sistema immunitario dell’animale.

La prevenzione è il modo migliore per proteggere il cane. Si può agire sull’ambiente con insetticidi ambientali, si può evitare l’esposizione ai parassiti nei luoghi e negli orari più a rischio, ma soprattutto si deve scegliere un buon prodotto  antiparassitario che si adatti alle abitudini di vita del cane e della sua famiglia.
Per questo la campagna educazionale invita a prestare molta attenzione alle diverse formulazioni e alle modalità d’azione di ciascun pro- dotto: gli spot-on, che si applicano in gocce, agiscono per contatto e alcuni hanno effetto repellente e proteggono dalle punture; i collari agiscono per contatto, hanno lunga durata e alcuni hanno effetto repellente proteggendo dalle punture; le compresse vengono assorbite nel sangue e negli organi interni, liberano il cane dai parassiti presenti ma non lo proteggono dalle punture. Gli spray agiscono sui parassiti per contatto e alcuni hanno effetto repellente come gli spot-on e i collari.

Punto ricoperto di cerotti

La campagna informativa prevede diversi strumenti. Innanzitutto il claim “Nessun cane vuole essere punto. Punto.” reca a supporto l’immagine di un cucciolo con gli occhi sofferenti e lo sguardo mesto perché il suo
manto è ricoperto di cerotti. È stata realizzata inoltre una “Guida pratica ai principali parassiti esterni del cane e ai metodi per proteggerlo dalle punture” dal titolo “Gli appunti di Punto che non
vuole essere punto”, un opuscoletto che contiene
i pensieri di un cagnolino chiamato Punto, che
affronta il problema anche dal punto di vista
scientifico. I video e gli “Appunti di Punto” saranno presenti sui siti Bayer www.advantix.it e www.petclub.it oltre che sulla pagina Facebook Social- PetClub. Inoltre esiste “Il canale di Punto”, un canale YouTube dedicato ai video e alle videointerviste ai proprietari di cani.

BAYER ANIMAL HEALTH
www.petclub.it, www.advantix.it

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.