Generic selectors
Corrispondenza esatta
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca nei post
Cerca nelle pagine
testimonial
Filtra per categoria
Cani & gatti
Marketing & Comunicazione
Mercato
Negozio del mese
Notizie
Personaggio
Pesci & co
Piccoli mammiferi
Rettili & anfibi
Uccelli
Category

Cani & gatti

Category

Il dobermann deve la sua esistenza a Karl Friedrich Louis Dobermann, un esattore delle imposte che, lavorando occasionalmente come accalappiacani, aveva la possibilità di entrare in contatto con numerosi soggetti, prediligendo i più mordaci. Dobermann era un appassionato di pinscher, una razza allora molto comune e accoppiando cani di questo tipo ottenne Bismarck, una femmina nera con focature gialle, che può essere considerata capostipite della razza.

Secondo antichi documenti conservati presso la Biblioteca Nazionale di Bangkok, le lontane origini di questa razza risalirebbero al XIV secolo: si trattava di gatti, sebbene molto differenti dagli esemplari dei giorni nostri, con alcune caratteristiche riconducibili al siamese, come ad esempio la colorazione “a punte”, cioè una maggiore intensità di colore sulla punta del naso, delle orecchie, parte delle zampe e della coda. Su tutto il resto del corpo risulta invece dominante il colore pallido del guscio d’uovo con toni che vanno dall’avorio al bianco ghiaccio, al beige, al magnolia, toni questi che creano forte contrasto con il colore degli occhi di un blu tanto intenso che pare cobalto.

Il kurilian bobtail è un gatto molto intelligente, di indole buona, che manifesta il proprio affetto senza risultare invadente e, come tutti i felini domestici, è amante delle coccole. Curioso e socievole, convive tranquillamente con altri animali, cani e gatti compresi. Questo felino è diffuso principalmente in Russia e in Scandinavia e da pochi anni anche in Italia.

Nonostante ciò che si possa pensare, le origini di questo setter non sono inglesi, bensì spagnole: la sua storia infatti, ha inizio in Spagna nel 1300, periodo in cui un cane detto “bracco da quaglia” era ampiamente diffuso come cane da rete, con il compito di individuare i volatili e spingerli, appunto, verso la rete. Questi soggetti erano molto simili per aspetto agli épagneul e avevano l’abitudine di acquattarsi a terra e rimanere immobili in ferma, caratteristica che già nel nome (to sit significa sedersi) identifica il setter inglese. Dalla Spagna i cani da rete sono poi arrivati in Inghilterra dove hanno riscosso grande apprezzamento come ausiliari.
C’è però chi parla di cani spagnoli dal mantello a macchie nere, eccezionali nella ferma, che sarebbero arrivati in Inghilterra dalla Francia.

Un eccezionale micio 
da appartamento
 che adora vivere in famiglia: ecco il selkirk rex

Il selkirk rex è un gatto estremamente tollerante e molto giocherellone, mai aggressivo, che non si ribella neppure se trattato un po’ bruscamente da bambini o estranei. Convive tranquillamente con altri animali, non ha l’abitudine di vocalizzare né di correre: è, insomma, un compagno ideale per chi ama i gatti poco vivaci ma, al contempo, affettuosi, socievoli e docili.
La razza al momento non è molto diffusa: in esposizione raramente se ne vedono esemplari e solo pochi appassionati continuano ad allevarla, forse incentivati dal carattere incredibilmente docile e paziente di questi esemplari.